Una pista ciclabile di qualità all’interno del Parco

Dando seguito a quanto previsto dal programma di agglomerato del Locarnese (PALoc), constatato anche il deterioramento della pista ciclopedonale che si snoda nel cuore del Parco del Piano di Magadino, sul lato sinistro del fiume Ticino, la Fondazione in collaborazione con il Consorzio Correzione Fiume Ticino (CCFT) ha promosso il progetto di sistemazione del tracciato con l’obiettivo di migliorarne l’accessibilità e la fruibilità in termini di infrastruttura destinata allo svago della popolazione.

Nell’estate 2019 lo Studio d’ingegneria Dazio & Associati è quindi stato incaricato di valutare la situazione e proporre una serie di misure atte a rendere l’attuale pista sterrata più funzionale ai fini di una sua migliore transitabilità. Il percorso, che si sviluppa a partire dall’IDA di Giubiasco fino all’incrocio con la strada cantonale in zona Quartino, interessa i Comuni di Bellinzona, Sant’Antonino, Cadenazzo, Locarno e Gambarogno.

I principali interventi previsti dai lavori di sistemazione si concentrano sulle tratte sterrate della strada esistente, e prevedono il colmataggio delle diverse buche e delle irregolarità generate soprattutto dalle operazioni di irrigazione dei campi nonché dal transito di mezzi agricoli pesanti. Con questi interventi si mira ad agevolare la mobilità lenta e garantire una sicura transitabilità del tracciato.

Accanto ai lavori di bonifica e di manutenzione sono previsti anche:

  • il taglio della vegetazione ai bordi del tracciato;
  • la sostituzione degli attuali parapetti dei ponticelli con nuove strutture protettive a norma;
  • il posizionamento di cartelli segnaletici riportanti il percorso ciclabile;
  • l’adattamento della segnaletica stradale in accordo con il Dipartimento del Territorio.